Connect with us

Per Lei Combattiamo

Primavera2 Lazio-Brescia, Calori: “La sconfitta è colpa mia, ma non è finita”. E su Raul Moro…

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La Lazio Primavera esce sconfitta al Fersini 1-3 dal Brascia nella prima sfida dei play-ooh. Il tecnico biancocleeste Alessandro Calori ha commentato la sfida ai microfoni di Lazio Style Channel:  “Abbiamo perso la prima partita, potevamo e dovevamo fare di più. La colpa è principalmente la mia che sono l’allenatore. Per disputare i play-off serve maggiore personalità, i giocatori devono solo pensare a giocare e non devono avere tensioni. Ci servirà da lezione, seppur non sia detto ancora nulla. Non mi sono mai arreso e ho capito che nella vita può succedere di tutto. Serve tirare fuori qualcosa di più anche a livello caratteriale.

Ai ragazzi avevo chiesto di giocare per vincere, il Brescia aspetta e riparte anche considerando che è una squadra molto fisica. Non siamo scappati bene nelle ripartenze come avevamo  preparato la sfida, abbiamo subito due reti evitabili ed un gol segnato con il braccio. Abbiamo creato delle occasioni, ma non siamo stati cattivi come serve essere nei play-off.

Crespi può siglare molti più gol, deve ancora crescere senza accontentarsi. Oggi mi sono arrabbiato per questo motivo, oggi avevamo in campo anche due under 18 e vari infortuni, ma non deve essere un alibi.

Oggi abbiamo rispolverato il 4-2-3-1 tenendo conto della presenza di Raul Moro, un giocatore veloce che però non giocava da molto. Ha avuto due occasioni, ma va detto che l’abbiamo anche gestita male. L’idea era quella di manovrare nella metà campo avversario per trovare l’episodio giusto.

A me piacciono le imprese e voglio che le compiano anche i calciatori così capiscono come funziona il calcio. Devo essere capace di tirare fuori il meglio da ogni ragazzo. I giocatori devono capire che per stare qui serve qualcosa di speciale. È un’impresa che si può portare a termine, basta crederci”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Primo giorno di scuola, però la Lazio resta con il problema numero 1

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La campanella suonerà alle 8 in punto, anche oggi che è domenica. In clinica Paideia sono in programma le prime visite mediche per iniziare la nuova stagione e si svolgeranno tra oggi e domani. Stamattina arriveranno Radu, Zaccagni e qualche giocatore della Primavera, che poi si aggregherà in prima squadra. Ad aver già svolto le visite sono stati mister Sarri, Cataldi, Marcos Antonio, Cancellieri e Acerbi, che le ha svolte in Nazionale.

I giocatori stanno rientrando a Roma, tra loro c’è anche Luis Alberto che però non è sicuro di rimanere: la pista che porta a Siviglia è calda e, pur di riportarlo in patria, il club andaluso ha messo sul piatto Oliver Torres + 13 milioni. La Lazio spera di ricavarne di più perché il 30% andrà nelle casse del Liverpool e i soldi rimanenti servono a prendere Ilic e Casale dal Verona. Nella trattativa per il difensore potrebbe rientrare anche Raul Moro.

13 milioni sono stati offerti anche per Vicario, che quindi dovrebbe essere il sostituto di Strakosha. Come vice potrebbe esserci Sirigu, ma Sarri apprezza anche Terracciano.

Lo riporta l’edizione romana de Il Corriere della Sera.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW