Connect with us

Per Lei Combattiamo

Uno sguardo al futuro: Romano Floriani, il terzino della Primavera pronto al salto

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La stagione della Lazio Primavera si è conclusa nel peggiore dei modi, con la mancata promozione in Primavera 1. Una stagione che sembrava poter prendere la piega giusta all’inizio del girone di ritorno, dove i biancocelesti hanno macinato gol e fatto molti punti, salvo poi arrendersi al Cesena, agli infortuni e altri fattori che hanno compromesso questo percorso permettendo poi anche la caduta dei ragazzi di Calori contro il Brescia ai playoff.

Romano Floriani

Tra i giocatori che si sono messi positivamente in mostra in questa stagione vi è Romano Floriani, terzino destro di spinta che da subito è divenuto una delle colonne portanti della squadra, tanto da essere integrato in prima squadra in diversi allenamenti e essere convocato anche da Maurizio Sarri. Un insieme di “premi” che Floriani si è guadagnato in questo primo anno effettivo di primavera. Un giocatore su cui la Lazio ha voluto puntare già negli anni passati e per cui gli addetti ai lavori hanno sempre riservato una buona parola. E’ anche il caso del responsabile del settore giovanile Mauro Bianchessi, il quale in merito disse: “È un ragazzo umile, un grandissimo lavoratore che non si è mai lamentato. Neanche quando per due anni non ha mai giocato. A me piace, anche se è tardivo, come tutti i longilinei. Ha ancora un margine di crescita. Bisogna seguirlo perché diventerà un calciatore. Non so dove, ma in A, in B o in C“.

Alla Lazio dal 2016

Il giovane difensore è alla Lazio dal 2016, dove si è unito alle giovanili. Il ragazzo proveniva dalle giovanili dell’altra squadra della capitale. Con i biancocelesti dalla stagione 2019-2020 giocò con l’U17, prima di passare l’anno successivo in U18 e in Primavera, per poi rimanervi anche l’anno successivo, questa stagione che si sta concludendo. Nell’anno di Primavera 1 il giovane terzino ha collezionato ben 19 presenze, mettendosi positivamente in mostra in chiave futura. La sua propensione all’offensiva e la sua spinta lo hanno portato, col tempo, a dover correggere l’aspetto difensivo. Proprio di questo si è qualche volta lamentato anche l’attuale allenatore Alessandro Calori. Un aspetto che, comunque, il difensore ha rivisto raggiungendo, già nell’arco della stagione, un ottimo rendimento in entrambe le fasi. Diverse partite, tuttavia, le ha saltate a causa di un infortunio.

E ora?

Floriani ha giocato, nella stagione che si sta concludendo, il suo secondo anno con la Primavera. In entrambi gli anni il suo rendimento è stato buono: un terzino di spinta che si è perfettamente adeguato ai piani tattici della Lazio. Il suo coinvolgimento in prima squadra non è infatti stato un caso. Tuttavia, il futuro è ancora tutto da scrivere. Un salto definitivo in prima squadra potrebbe essere una delle opzioni, ma al momento è difficile pensare a un esito del genere in quanto “chiuso” da altri tasselli. Non si esclude quindi un arrivederci: si sta infatti preventivamente cercando una sistemazione per il giovane difensore.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Primo giorno di scuola, però la Lazio resta con il problema numero 1

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La campanella suonerà alle 8 in punto, anche oggi che è domenica. In clinica Paideia sono in programma le prime visite mediche per iniziare la nuova stagione e si svolgeranno tra oggi e domani. Stamattina arriveranno Radu, Zaccagni e qualche giocatore della Primavera, che poi si aggregherà in prima squadra. Ad aver già svolto le visite sono stati mister Sarri, Cataldi, Marcos Antonio, Cancellieri e Acerbi, che le ha svolte in Nazionale.

I giocatori stanno rientrando a Roma, tra loro c’è anche Luis Alberto che però non è sicuro di rimanere: la pista che porta a Siviglia è calda e, pur di riportarlo in patria, il club andaluso ha messo sul piatto Oliver Torres + 13 milioni. La Lazio spera di ricavarne di più perché il 30% andrà nelle casse del Liverpool e i soldi rimanenti servono a prendere Ilic e Casale dal Verona. Nella trattativa per il difensore potrebbe rientrare anche Raul Moro.

13 milioni sono stati offerti anche per Vicario, che quindi dovrebbe essere il sostituto di Strakosha. Come vice potrebbe esserci Sirigu, ma Sarri apprezza anche Terracciano.

Lo riporta l’edizione romana de Il Corriere della Sera.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW