Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | Lazio, finalmente Romagnoli

Published

on

 


Alessio Romagnoli sceglie il cuore, il richiamo della Lazio è stato più forte dell’offerta milionaria del Fulham. La telefonata nella notte di Lotito, la trattativa condotta da mesi da Tare, alla fine è arrivato l’accordo. Contratto di cinque anni (più uno) da tre milioni netti a stagione, un futuro in società. Prenderà la maglia numero 13, quella indossata sempre finora, quella del suo idolo Nesta. Un cerchio che si chiude, il destino che regala un clamoroso giro che unisce i due giocatori di fede biancoceleste: Lazio e Milan per Alessandro, Milan e Lazio per Alessio, andamento temporale diverso ma adesso si spera che Romagnoli possa prendere in mano la difesa di Sarri così come fece in passato il capitano dello scudetto del 2000. Si chiude così la telenovela estiva del mercato, stavolta, a differenza di altre volte, con un lieto fine. I tifosi sperano che Romagnoli possa spuntare sul palco di piazza del Popolo dove stasera verrano presentate le nuove maglie dello sponsor tecnico Mizuno, si sta provando a risolvere gli ultimi problemi tecnici, è una corsa contro il tempo. Acerbi è avviato verso la cessione, nelle ultime ore si è fatta avanti la Fiorentina, il divorzio avverrà nei prossimi giorni senza fretta perchè l’azzurro ha diritto ad altre due settimane di ferie dopo gli impegni con la nazionale (Inter, Milan e Juve sono altri potenziali acquirenti).

Romagnoli è un tassello importante, dopo Marcos Antonio e Cancellieri, il terzo colpo di questo mercato che deve regalare a Sarri ancora almeno un altro centrale difensivo oltre ai due portieri. Dietro si deve scegliere se affondare su Gila o chiudere per Casale (prestito con obbligo di riscatto per entrambi). Anche per questo sono attese novità nelle prossime ore, va fatta una scelta definitiva sull’altro centrale da affiancare a Romagnoli, Patric e Kamenovic. Grana portieri: si stringe per Vicario che freme per sbarcare a Roma. Per il momento l’Atalanta resta ferma sulle sue posizioni per Carnesecchi, difficile lo faccia entro stamattina. A quel punto la Lazio andrà decisa sul numero uno dell’Empoli anche se il presidente Corsi continua a chiedere 15 milioni, mentre Lotito non vuole spendere più di 10-12. Anche per questo si sta per chiudere per il portoghese Maximiano del Granada che in ogni caso può essere un ottimo dodicesimo di prospettiva avendo solo 24 anni. Poi in caso di partenza di Luis Alberto, c’è già l’accordo con Ilic, altro giocatore del Verona. Infine il nodo Primavera: Lotito l’ha affidata ad Angelo Fabiani, il nuovo dirigente che prenderà in mano anche il settore femminile. Il diesse Tare ci è rimasto male, ne parlerà in seguito col presidente ma, per ora, non si dimette. La sensazione netta è, però, di essere alla fine di un ciclo storico. Il Tempo\Luigi Salomone

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | I conti di Lotito tornano: perdita ridotta

Published

on

 


Stando al bilancio chiuso al 30 giugno 2022, si può notare come la Lazio sia una delle squadre più in salute del campionato italiano e non solo dal punto di vista dei risultati sportivi. I conti sono in rosso, ma il trend è positivo perché in negativo ci sono 17,42 milioni di euro, ma sono 7 in meno rispetto all’anno scorso.

Come sottolinea l’edizione odierna de Il Tempo, i soldi spesi sono stati ben 35,74 milioni, tutti nell’ultima campagna acquisti. Dalle 11 cessioni, invece, sono stati ricavati 14,22 milioni, andando poi a risparmiare 10,88 milioni sugli ingaggi. Anche i giocatori andati in prestito alleggeriscono il carico ingaggi, per la precisione si sono risparmiati 9,46 milioni. Il fatturato, però, si abbassa: da 164,74 dello scorso anno ai 135,25 di ora; ad incidere sono gli introiti derivati dalla Champions League. Le plusvalenze ammontano a 24,8 milioni e i diritti televisivi ne hanno fatti incassare 85,6. Infine, gli abbonamenti hanno portato altri 10,5 milioni di euro.

Foto Fraioli

Proprio ieri si è chiusa l’ultima fase della campagna abbonamenti, portando gli abbonati a 26.193. A Formello, nel frattempo, Sarri continua a lavorare senza gli otto nazionali: arrivano notizie incoraggianti da Patric, ma non da Casale. L’ex difensore del Verona ha accusato un fastidio all’adduttore e oggi dovrebbe sottoporsi ad accertamenti. Ancora assente Lazzari.

foto Fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW