Connect with us

Per Lei Combattiamo

Danilo Cataldi: “Leiva un maestro professionalmente e umanamente”. E sull’obiettivo stagionale…

Published

on

 


Danilo Cataldi è intervistato ai microfoni della Serie A in quel di Auronzo di Cadore. Un’ intervista in cui ha parlato del rapporto con la sua Lazio, di quello con Lucas Leiva, e di come ha vissuto la scorsa stagione, tra giocate individuali e risultati di squadra. Ecco le sue parole:

Sono alla Lazio da quando ho 12 anni e ogni giorno è una cosa speciale. Ormai a Formello conosco qualsiasi cosa, è come una seconda casa. Indossare questa maglia è qualcosa di speciale, sarà per l’ambiente, per i tifosi e la fede, ma è qualcosa che ti entra dentro e difficilmente te lo levi. Spero di raggiungere traguardi importanti con questa maglia. Ho sempre detto di voler diventare un simbolo per la gente, mi piacerebbe diventare un punto di riferimento per i ragazzi nuovi che vengono. Non ho mai avuto idoli in particolare, ma ricordo che quando avevo 5 o 6 anni la Lazio era una delle squadre più forti del mondo, aveva giocatori straordinari e di grande personalità. Per l’eleganza che aveva in campo ricordo  Zidane. Qui ho avuto un grande maestro come Lucas Leiva sia a livello professionale, dato che avevamo caratteristiche molto diverse, lui aveva nelle mie lacune il suo punto di forza maggiore, ma anche umanamente.

A volte gli idoli sono “relativi” perchè le persone con cui passi ogni giorno diventano poi quelle con cui leghi di più. Oggi mi vedo regista, che ora richiede più mansioni: con Sarri lavoriamo su tanti aspetti, con la palla e senza. Con lui ho un buon rapporto, lui non è uno di tantissime parole, ma si fa capire con poche. Ha dimostrato di essere un grande allenatore in passato e lo sta facendo anche qui.

Venivamo da anni opposti al suo modo di giocare, abbiamo avuto tante difficoltà all’inizio. Qui c’è questa voglia di non mollare mai, come dice l’inno. Gli ultimi 2 mesi dello scorso campionato sono stati più positivi, sia a livello di continuità che di gioco. Le ultime partite sono state in crescendo, centrando la qualificazione in Europa League. Dell’anno scorso cambierei qualche partita, ad esempio il derby, che è stata una grande mazzata. Quest’anno cercheremo di portarlo dalla nostra.

Il gol con il Cagliari? Ricordo che è arrivata questa palla da dietro, è stato complicato perché avevo otto giocatori davanti, è stato abbastanza difficile. Qui ad Auronzo con il mister si suda. I tifosi sono magnifici, ci seguono ovunque, qui ormai si è instaurato una sorta di ambiente familiare. Ogni anno viene tanta gente e questo crea un ambiente ideale per lavorare.

Gli obiettivi della squadra? Centrare un posto in Champions. Essendo un campionato particolare, potrà succedere di tutto. Con mio figlio la vita mi è cambiata, ho una famiglia numerosa, ho molti tifosi speciali a casa. Mio figlio è diventato un piccolo lazialotto, viene allo stadio tutte le domeniche. Ho sempre voluto una famiglia e lui è stata la gioia più grande della mia vita“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Serie A, una panchina sempre più vicina al cambio allenatore: ecco di chi si tratta

Published

on

 


La sconfitta casalinga di oggi contro il Monza potrebbe esser stata fatale: Marco Giampaolo è sempre più a rischio esonero, la sua panchina sembra ora destinata a saltare dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato della Sampdoria, quinta nelle ultime sei. Come riporta Gianlucadimarzio.com, la decisione sembra essere praticamente presa e, in caso di addio di Giampaolo, sono due le possibilità che si aprono, entrambi eventuali ritorni: Claudio Ranieri e Roberto D’Aversa, predecessore proprio dell’attuale allenatore della Sampdoria, ancora sotto contratto fino al 2024.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW