Connect with us

Per Lei Combattiamo

Radu e la sua Top 11 della Lazio: “Come modulo scelgo il 3-5-2, ha resuscitato la mia carriera”. E come allenatore…

Published

on

 


Sulle pagine di Lazio Style Official Magazine il protagonista è il difensore biancoceleste Stefan Radu, che ha composto la propria Top 11 rispetto alla storia della Lazio. Ecco le sue parole:

Come potrebbe essere la top 11 dei compagni di squadra più forti avuti?

Non posso dirtela adesso, ho tanti amici qui e qualcuno potrebbe rimanerci male. Facciamo così la faccio quando smetterò“.

Con quali calciatori che hanno indossato in passato la maglia biancoceleste gli sarebbe piaciuto giocare?
Come modulo scelgo il 3-5-2, ha resuscitato la mia carriera. Scelgo Peruzzi, mi sarebbe piaciuto giocare con Angelo, uno che durante le partite parlava molto. Anche Marchetti era così: non ce la facevo più a sentirlo, fuori dal campo gli dicevo sempre di parlare poco. Però ti aiutava sempre a rimanere concentrato. Come linea a tre scelgo Stam-Nesta-Mihajlovic: Jaap era fortissimo, Alessandro invece l’ho incontrato solo da avversario. Era intelligente, di un’altra categoria, un’icona della nostra storia. Su Sinisa inutile aggiungere altro“.

E il centrocampo?
In mezzo Simeone, mi piace uno con quelle caratteristiche davanti la difesa, uno alla Lucas Leiva. Come interni Veron e Nedved, sulle fasce Conceicao e Favalli, davanti Mancini e Salas“. Sul cileno ha poi aggiunto: “Da ragazzo guardavo sempre i suoi movimenti in area, sapeva farsi trovare sempre al posto giusto al momento giusto“.

E in panchina?
Dico Cristiano Bergodi. So che non ha mai allenato la Lazio, ma in carriera, soprattutto in Romania, ha sempre fatto bene“. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | I conti di Lotito tornano: perdita ridotta

Published

on

 


Stando al bilancio chiuso al 30 giugno 2022, si può notare come la Lazio sia una delle squadre più in salute del campionato italiano e non solo dal punto di vista dei risultati sportivi. I conti sono in rosso, ma il trend è positivo perché in negativo ci sono 17,42 milioni di euro, ma sono 7 in meno rispetto all’anno scorso.

Come sottolinea l’edizione odierna de Il Tempo, i soldi spesi sono stati ben 35,74 milioni, tutti nell’ultima campagna acquisti. Dalle 11 cessioni, invece, sono stati ricavati 14,22 milioni, andando poi a risparmiare 10,88 milioni sugli ingaggi. Anche i giocatori andati in prestito alleggeriscono il carico ingaggi, per la precisione si sono risparmiati 9,46 milioni. Il fatturato, però, si abbassa: da 164,74 dello scorso anno ai 135,25 di ora; ad incidere sono gli introiti derivati dalla Champions League. Le plusvalenze ammontano a 24,8 milioni e i diritti televisivi ne hanno fatti incassare 85,6. Infine, gli abbonamenti hanno portato altri 10,5 milioni di euro.

Foto Fraioli

Proprio ieri si è chiusa l’ultima fase della campagna abbonamenti, portando gli abbonati a 26.193. A Formello, nel frattempo, Sarri continua a lavorare senza gli otto nazionali: arrivano notizie incoraggianti da Patric, ma non da Casale. L’ex difensore del Verona ha accusato un fastidio all’adduttore e oggi dovrebbe sottoporsi ad accertamenti. Ancora assente Lazzari.

foto Fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW