Connect with us

Per Lei Combattiamo

Tommaso Paradiso: “Immobile aveva qualcosa di più negli occhi rispetto allo scorso anno. Terzino sinistro? C’è Marusic”

Published

on

 


Questa mattina Tommaso Paradiso è intervenuto a Radiosei per dire la sua sulla prima partita stagionale e parlando anche del Flaminio, dopo la notizia lanciata da Repubblica questa mattina. Ecco le sue parole:

“La società deve riunirsi con i tifosi, bisogna martellare sull’entusiasmo con un sacco di operazioni che si possono fare. Il Flaminio potrebbe diventare un museo per questa città, avere un gioiello architettonico ristrutturato, moderno, in quella posizione, collegato benissimo con i mezzi, attirerebbe il turista. Il turista non andrebbe a Pietralata, verrebbe lì al Flaminio. Si può andare lì anche senza la Lazio che gioca, diventerebbe una piccola Londra. Sarebbe più piccolo, sarebbe sempre tutto esaurito, tutti abbonati.

La partita di domenica? La cosa che mi ha impressionato è Ciro Immobile. Non l’ho mai visto così, portava dentro di sé qualcosa che andava oltre il valore sportivo della partita. La squadra è unita, oltre che nell’organico si è fortificata anche nell’animo. Immobile è sempre stato il nostro simbolo, ma aveva qualcosa di più negli occhi rispetto all’anno scorso. Non esultavo così da tanto tempo, quel 2-1 è stato liberatorio. Mi è piaciuto tantissimo anche Cancellieri. Mi sembra un prospetto enorme, non è come gli altri giovani che senti che gli manca qualcosa: lui mi ha dato l’idea di essere fatto e formato, tenace, grintoso. Vorrei vedere bene i nuovi all’opera, sono curioso di Marcos Antonio: credo che Cataldi abbia bisogno di un cambio quando si alzano i ritmi partita.

Europa League? Solo in Italia si distinguono due competizioni, puntare una o l’altra. All’estero vanno sempre a tremila ovunque, dovremmo entrare in quella mentalità. Per competere su due fronti però devi avere due squadre titolari, preferirei concentrarmi più sul campionato perché voglio tornare in Champions. Però la squadra per l’Europa League c’è.

Non capisco le critiche per Zaccagni, forse è calato rispetto alla prima parte dell’anno scorso, ma è sempre una spina nel fianco con i suoi movimenti. Marusic come terzino sinistro mi piace. Sono un fan accanito del montenegrino, in Premier diremmo “quanto corre questo!”. Non si stanca mai, è un trattore, ha un passo stupendo. Me lo tengo stretto sulla fascia sinistra. Terrei Lazzari e Marusic come terzini. Vorrei che Felipe Anderson smettesse di aver paura di giocare il pallone, la dà sempre via di prima, altrimenti c’è Cancellieri.”

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | I conti di Lotito tornano: perdita ridotta

Published

on

 


Stando al bilancio chiuso al 30 giugno 2022, si può notare come la Lazio sia una delle squadre più in salute del campionato italiano e non solo dal punto di vista dei risultati sportivi. I conti sono in rosso, ma il trend è positivo perché in negativo ci sono 17,42 milioni di euro, ma sono 7 in meno rispetto all’anno scorso.

Come sottolinea l’edizione odierna de Il Tempo, i soldi spesi sono stati ben 35,74 milioni, tutti nell’ultima campagna acquisti. Dalle 11 cessioni, invece, sono stati ricavati 14,22 milioni, andando poi a risparmiare 10,88 milioni sugli ingaggi. Anche i giocatori andati in prestito alleggeriscono il carico ingaggi, per la precisione si sono risparmiati 9,46 milioni. Il fatturato, però, si abbassa: da 164,74 dello scorso anno ai 135,25 di ora; ad incidere sono gli introiti derivati dalla Champions League. Le plusvalenze ammontano a 24,8 milioni e i diritti televisivi ne hanno fatti incassare 85,6. Infine, gli abbonamenti hanno portato altri 10,5 milioni di euro.

Foto Fraioli

Proprio ieri si è chiusa l’ultima fase della campagna abbonamenti, portando gli abbonati a 26.193. A Formello, nel frattempo, Sarri continua a lavorare senza gli otto nazionali: arrivano notizie incoraggianti da Patric, ma non da Casale. L’ex difensore del Verona ha accusato un fastidio all’adduttore e oggi dovrebbe sottoporsi ad accertamenti. Ancora assente Lazzari.

foto Fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW