Connect with us

Europa League

TMW | Lazio, continua il mal da trasferta in Europa: i numeri. E all’orizzonte c’è Rotterdam

Published

on

 


La Lazio non riesce a guarire dal mal da trasferta europeo: nuova tappa, questa volta in terra austriaca, stesso difetto. E che ormai sia un problema vero e non una tendenza è ovvio, lo certificano i numeri. Dalla stagione 2018-‘19, in 16 gare internazionali lontane dall’Olimpico, la Lazio ha vinto solamente 2 volte, poi 9 sconfitte e 5 pareggi: un successo nelle ultime 11, per restringere il campo. L’ultimo pareggio ieri sera in Austria in casa dello Sturm Graz per 0-0: un punto in classifica che cambia poco nel cammino della Lazio, a 4 punti come tutte le altre del gruppo F (Midtjylland e Feyenoord).

Per fortuna della Lazio, le prossime due saranno in casa, all’Olimpico, dove invece il ruolino di marcia è molto positivo. La sensazione, vedendo anche i risultati, è che la partita decisiva per il passaggio del turno sarà l’ultima, in casa del Feyenoord a Rotterdam. Una trasferta ostica per tutti, soprattutto per una squadra che ha un evidente problema quando non gioca nel proprio stadio in Europa. Non proprio il massimo, insomma.

Nella notte intanto immediato rientro a Roma. Già da oggi a Formello attenzione massima per il posticipo di lunedì a Firenze, uno scontro diretto in chiave Europa. Proprio per l’importanza della gara, Sarri ieri nella ripresa ha gestito Milinkovic, sostituito a mezz’ora dalla fine, e ha concesso le staffette a 4 titolari: Marusic-Lazzari, Felipe Anderson-Zaccagni. Spera di rientrare tra i convocati per lunedì anche Casale, fermo da due settimane.

Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW