Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Repubblica | Lazio, rimonte e finali horror: polverizzati 13 punti

Published

on

 


Nuovo discorso di Sarri alla squadra, dopo il pareggio contro l’Empoli. Come era successo al rientro dal ko di Lecce, ieri a Formello il tecnico è tornato a parlare con i suoi uomini dei limiti mentali mostrati nei momenti cruciali. Concetti già esternati davanti ai microfoni domenica: «Abbiamo qualche limite di cilindrata mentale. Paghiamo la fatica psicologica in certi momenti della partita e non quella fisica». I numeri lo confermano: quest’anno sono già quattro i punti persi nei minuti di recupero (due con i toscani e due con la Sampdoria), tredici quelli buttati dopo essere passati in vantaggio. Il trend negativo va avanti dall’anno scorso, con quattro gol presi dopo il 90esimo, costati sei punti e cinque rimonte subite in campionato, più una in Europa League. Le stesse di quest’anno, solo che siamo ancora a gennaio. Nel 2021-22 almeno il dato era stato compensato con sei punti recuperati proprio sul filo di lana. Da agosto invece, l’unico risultato ribaltato da Immobile e compagni è stato col Bologna all’esordio. Poi solo beffe, soprattutto nei minuti finali. Se le partite finissero al 75° la Lazio infatti sarebbe seconda a 33 punti, insieme all’Inter, a -3 dal Napoli. A preoccupare più di ogni altra cosa è proprio la palese incapacità di reagire dopo aver incassato un gol. Anzi, nelle ultime cinque partite non vinte, alla prima rete avversaria ne è seguita subito anche una seconda, senza reazione. «Che sia un momento delicato è sotto gli occhi di tutti, ma non credo si tratti di presunzione», ha detto Alessio Romagnoli dopo la gara con l’Empoli. «Ci manca un pizzico di cattiveria nei finali di partita». Anche il presidente Lotito lo ha ribadito di nuovo, ieri alla cena organizzata all’Hilton per i 123 anni del club, ripetendo che solo uniti si può uscire dalla crisi. L’ambiente però dà l’impressione di non essere sereno, il gruppo non è più compatto come tempo fa. Nello spogliatoio, la delusione di tutti si accompagna allo scarso feeling di alcuni giocatori nei confronti del tecnico. A far venir meno la fiducia ci si mette poi anche la sfortuna negli episodi: «Al primo tiro degli avversari prendiamo gol», ha sottolineato ancora Romagnoli. E Sarri era sulla stessa linea: «La squadra non sembrava in sofferenza. L’episodio finale lo considero sfortunato se penso a come sono arrivati l’angolo e la punizione, che secondo me non c’era». L’unica nota positiva per il tecnico è la qualità dell terreno dell’Olimpico, per sua stessa ammissione tornato a un buon livello. Magra consolazione, davvero. La Repubblica

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW