Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | Felipe Anderson: “Qui per i tifosi, riprendiamoci la Champions! Il Milan? A San Siro per batterli”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Memorie che non se ne sono mai andate, colonne sonore di gol che ritornano: “Sembra che non sono mai andato via”. Felipe Anderson non sente le stesse emozioni di prima, ne sente di più: “Mi sento più forte rispetto a tre anni fa”. L’avevano tanto amato, i laziali. Non hanno mai smesso di farlo: “Mi sono sentito molto felice dal primo giorno”. Felipe è tornato a giugno, si è ripresentato in ritiro e in campionato, ma non aveva ancora parlato. L’ha fatto ieri, ospite di Lazio Style Radio. I nuovi quest’anno non sono stati presentati tradizionalmente, solo radiofonicamente. Quante volte i tifosi hanno scritto, detto, urlato “Felipe torna!”. È tornato con la benedizione di Sarri, suo estimatore storico. Ci sperava da un anno. Il primo Felipe ci ha messo un po’ ad esplodere e poco a perdersi, salvo ritrovarsi. Ha avuto una vita di attese, ascese, cadute e risalite: “Mi sento più maturo anche come uomo, sento di poter fare ancora meglio”. La Premier lo ha migliorato: “Ho lavorato tanto sull’intensità e sulla forza”. Ha dato gas dal primo giorno e il gol segnato allo Spezia, sombrero e assalto frontale, è stato da incorniciare. Il sono è la Champions, mai giocata da Felipe con la Lazio, sfumata in quel 20 maggio 2018, nel match che l’Inter ribaltò (2-3), l’ultimo del brasiliano prima di partire: “Bisogna lavorare per riprenderci la Champions”. Pipe è carico per San Siro, ha sogni di rivalsa. Non ha mai segnato né ha mai vinto contro i rossoneri, nella Lazio sarriana si trova a suo agio: “Con Sarri lavoriamo per assorbire la giusta mentalità. Anche il Milan gioca bene, dobbiamo pensare di vincere contro tutti”. Mau ti dà qualcosa in più: “Le squadre di Sarri si divertono quando giocano. Lui vuole questo, ci arriveremo. È bello sentire un allenatore che crede in te. Non vogliamo perdere neppure le partite in allenamento”. I suoi vice sono due baby, Luka Romero e Raul Moro: “Luka sarà un giocatore speciale. È difficile vedere un giocatore così giovane che sa gestire i momenti all’interno della partita. Lui e Raul andranno lontano”. Corriere dello Sport.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Presentazione maglie, Strenghetto (presidente Mizuno): “Ringrazio Lotito, felici di stare con la Lazio”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Nel corso della presentazione delle maglie ufficiali, il presidente di Mizuno Italia Oliver Strenghetto ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio:

Ho ringraziato personalmente il presidente Lotito perché so che è una persona schietta e sincera. Siamo molto felice di essere qui e tornare nel mondo del calcio che conta attraverso la Lazio. Siamo emozionati. E’ una società nata oltre cento anni fa con una grande tradizione ed attaccamento alla maglia che possiede dei colori molto autentici. Abbiamo dovuto lavorare per rispettare la tradizione ed inserire degli elementi di innovazione nella seconda e la terza maglia. Abbiamo dovuto rispettare gli elementi contrattuali, ma i nuovi prodotti nel mercato degli articoli sportivi sono stati accolti molto positivamente da parte dei nostri clienti. Abbiamo già avuto dei riscontri positivi dalla vendite”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW