Connect with us

Per Lei Combattiamo

Leggo | Alla fine sul caso tamponi ha vinto Claudio Lotito

Published

on

 


Alla fine sul caso tamponi ha vinto Claudio Lotito. Questo è quanto emerge dalla sentenza della Corte d’appello federale della Figc, presieduta da Marco Lipari, del processo-bis per violazione dei protocolli anti-Covid dei biancocelesti la scorsa stagione: due mesi di inibizione a Claudio Lotito e 50 mila euro di multa alla società sportiva Lazio, 5 mesi di inibizione ai medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia. Da ieri Lotito è riabilitato alle sue funzioni di presidente ma, soprattutto, di consigliere federale: avendo già scontato i due mesi a partire dal primo grado con sentenza emessa il 26 marzo scorso Al patron biancoceleste in teoria avanzano oltre 4 mesi di presofferto’. Lotito potrebbe chiedere i danni alla Federcalcio, uno scenario lontano a sentire il legale del patron biancoceleste Gian Michele Gentile: «Si potrebbe fare ma Lotito è un uomo delle istituzioni che certo lo hanno trattato male».
Il procuratore Giuseppe Chinè ieri aveva chiesto 10 mesi, pena considerata eccessiva dalla Corte d’appello. La lunga querelle però potrebbe non essere finita perché, sottolinea Gentile, «la Procura potrebbe fare ricorso al Collegio di Garanzia». E fonti vicine alla stessa non nascondono «sconcerto per l’irrogazione di sanzioni incongrue e prive di affettività a fronte di violazioni gravi dei protocolli anti-Covid consumate in uno dei periodi più difficili di pandemia nel nostro Paese». Una decisione in tal senso verrà presa solo dopo le motivazioni.
UN TURNO A LUIZ – Ieri intanto il Giudice Sportivo ha fermato per un turno Luiz Felipe espulso al termine di Lazio-Inter per essere saltato sulle spalle di un avversario cingendogli il collo, generando un parapiglia tra i calciatori delle due squadre. Il difensore al termine della gara era andato ad abbracciare l’amico Correa che però aveva reagito male. Leggo\Enrico Sarzanini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW