Connect with us

Per Lei Combattiamo

SERIE A – L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sull’Hellas Verona

Published

on

 


“Errare è umano, perseverare è diabolico”. Lo sa bene la Lazio che, archiviata sia la vittoria contro l’Inter che il pareggio in Europa League con il Marsiglia, guarda dritta alla sfida di domani pomeriggio contro l’Hellas Verona per provare ad alimentare la striscia positiva di risultati e cancellare definitivamente il brutto ricordo del k.o. di Bologna. Bissare il successo contro i nerazzurri permetterebbe ai ragazzi di Sarri di rimanere nelle zone alte della classifiche capitalizzando anche al meglio l’occasione concessa dal doppio big match di giornata, Roma-Napoli ed Inter-Juventus. Le luci del Marcantonio Bentegodi stanno per accendersi: dopo tanti alti e qualche basso inaspettato, la Lazio vuole finalmente diventare grande.

L’avversario

Reduce da una brutta sconfitta arrivata in rimonta, da zero due a tre a due, contro il Milan, l’Hellas Verona arriva all’esame Lazio con il bisogno di fare punti per allontanare la zona retrocessione, lontana solamente due lunghezze. Nelle prime otto giornate, gli scaligeri hanno infatti raccolto solamente otto, tutti conquistati con Igor Tudor in panchina, subentrato ad Eusebio Di Francesco reo di una partenza pessima fatta di tre sconfitte. Quella di sabato scorso a San Siro, è stata la prima sconfitta del nuovo corso per i veneti che contro la Lazio proveranno anche ad invertire il trend difensivo che recita ben 17 gol incassati, il terzo peggior dato della Serie A davanti a Spezia (22) e Genoa (21).

La probabile formazione

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Montipò; Ceccherini, Gunter, Casale; Faraoni, Ilic, Miguel Veloso, Lazovic; Barak, Caprari; Kalinic.

All.: Igor Tudor

Le stelle

Una difesa d’esperienza associata ad un reparto avanzato dotato di ottima qualità: questo l’arsenale che proverà a sfruttare l’Hellas Verona per mettere paura alla Lazio. Nelle file degli scaligeri, oltre ai vari Caprari, Kalinic e Simeone, a spiccare, in primis, è indubbiamente il centrocampista portoghese Miguel Veloso che, dopo una partenza difficile a causa di un problema fisico, ha ripreso le chiavi del centrocampo gialloblù già nell’ultima uscita sfortunata a San Siro e contro i biancocelesti sarà pronto nuovamente ad offrire alla causa gialloblù il suo contributo fatto di esperienza e qualità alla causa . Altro profilo da tenere d’occhio, inoltre, sarà il talento classe ’94 Antonin Barak: il ceco, che in Nazionale ha all’attivo sette reti e quattro assist in ventisette presenze, nella stagione in corso ha già siglato tre reti ed un assist nelle otto gare in cui è sceso in campo, diventando un punto di riferimento imprescindibile nello scacchiere tattico di Igor Tudor.

I precedenti

La sfida di domani sarà l’incrocio numero 49 in Serie A tra le due formazioni: al momento il bilancio è a favore della Lazio che ha vinto in 19 occasioni, pareggiando 17 volte e perdendo 12 gare. Più nel dettaglio, al Marcantonio Bentegodi si sono giocati 24 partite con 9 successi degli scaligeri, altrettanti segni X e 6 colpi esterni per i biancocelesti, l’ultimo dei quali arrivato lo scorso aprile quando un colpo di testa di Milinkovic consegnò tre punti d’oro ai capitolini. Per quanto riguarda Maurizio Sarri, è possibile evidenziare come il tecnico toscano abbia sfidato gli scaligeri in gare ufficiali ben 16 volte, raccogliendo 9 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Prosegue la preparazione biancoceleste: tre assenti

Published

on

 


Continua la preparazione del gruppo biancoceleste a Formello. In attesa del ritorno in gruppo di Milinkovic-Savic e Vecino, la lista degli assenti odierna comprende i nomi di Gila, Basic e Zaccagni, con Romagnoli che è invece regolarmente in gruppo. Dalla primavera invece aggregati Troise, Coulibaly e Bigonzoni. Dopo una parte iniziale incentrata sul riscaldamento atletico, la seduta è proseguita con delle esercitazioni improntate sulla rapidità, seguite da un’ampia fase tattica, con l’allenamento che si è concluso con la consueta partitella.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW