Connect with us

Per Lei Combattiamo

Milinkovic-Savic: “Voglio migliorare ancora. So come affrontare Ronaldo”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Prima della gara di questa sera tra Portogallo e Serbia, fondamentale in ottica qualificazione a Qatar 2022, il centrocampista biancoceleste Milinkovic-Savic ha concesso una lunga intervista alla FIFA, in cui ha toccato più temi: dalla famiglia all’esplosione di Vlahovic, dall’ultimo mondiale alla sfida al Portogallo di Cristiano Ronaldo. Ecco le sue parole:

FAMIGLIA E MODELLI 

Sì, è vero. Nostra madre giocava a basket, nostro padre giocava a calcio, quindi eravamo destinati a fare sport, anche se non eravamo sotto pressione e avevamo la libertà di decidere da soli cosa volevamo fare. Questo ha significato molto per noi, perché ci sentivamo già inclini a fare sport nella nostra famiglia, quindi è stato più facile per noi scegliere il nostro destino. Crescendo, c’erano molti buoni giocatori, quindi naturalmente li ho guardati tutti, ma se dovessi scegliere direi Zlatan Ibrahimovic e ho guardato da vicino  Zidane perché ho iniziato in quella posizione”.

RUSSIA 2018

Ero molto giovane quando ho giocato la mia prima Coppa del Mondo e ora ho un paio di anni in più, quindi penso che la squadra attuale sia migliore di quella che è andata all’ultimo Mondiale. Quindi sono fiducioso che ci qualificheremo di nuovo per la Coppa del Mondo, proprio come nel 2018, considerando che ora abbiamo una squadra migliore”.

SULLE SUE CARATTERISTICHE

“Questa è la domanda peggiore che potessi farmi perché non mi piace parlare di me! Naturalmente, ci sono molte persone che sono felici di farlo. L’importante per me è dare il massimo in ogni partita e in ogni allenamento e cercare di migliorare dove posso. Non sono del tutto sicuro di cosa debba migliorare, ma ci sono persone che possono indicarmelo e aiutarmi a migliorare la mia forma. Mi sforzo di giocare ogni partita nel miglior modo possibile e di essere migliore di prima”.

SU VLAHOVIC

“Bene? Non è bravo, è eccezionale. Sono abbastanza certo che le statistiche lo confermerebbero, considerando la sua età. Tuttavia, penso che sia il tipo di giocatore che si infastidisce ancora quando non gioca bene, quindi migliorerà sicuramente e farà parlare il mondo di lui, che è qualcosa che mi piace di lui. Sia in allenamento che in partita, non prende mai alla leggera quando perde un’occasione, quindi ha fame di gol e di vittorie. Mi piace come vuole mettersi alla prova, quindi penso che sia destinato a diventare uno dei grandi”.

SUL PORTOGALLO E CRISTIANO RONALDO

“Beh, proprio come tutti, penso che siano una delle migliori nazionali al mondo. Non credo di aver bisogno di parlarne; tutto è abbastanza chiaro e ovvio quando si tratta di loro. So anche cosa possiamo ottenere in Portogallo. Come ho detto, penso che la nostra nazionale sia migliore ora di quella che abbiamo mandato all’ultimo Mondiale, quindi penso che tutti sappiano che stiamo andando verso la vittoria. Sappiamo tutti cosa ci viene richiesto, quindi non possiamo aspettare la partita di domenicaÈ uno dei migliori giocatori al mondo. Ho esperienza di gioco contro di lui dalle due stagioni in cui è stato alla Juventus, quindi penso che questo ci renderà le cose più facili. So come giocare contro di lui e credo che aiuterà molto”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Pedro: “Futuro? Ho ancora un anno di contratto con la Lazio, poi vedremo cosa accadrà”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Una grande stagione quella di Pedro al suo primo anno di Lazio. L’attaccante ex Roma ha trovato fin da subito il modo di farsi amare dai tifosi biancocelesti, a suon di gol, assiste e reptazioni di grande livello. Sarri lo ha voluto fortemente, e lo spagnolo ha ripagato la sua fiducia. Con la stagione ormai alle porte, è tempo di pensare al futuro: Pedro ha ancora un anno di contratto con la Lazio e dunque rimarrà anche la prossima stagione. Rimane d vedere se la società capitolina sceglierà poi di proseguire con lui, o se le strade si separeranno. Nel frattempo, in attesa dell’inizio del ritiro di preparazione al prossimo campionato, Pedro si gode le vacanze alle Canarie, dove è stato ospite del Parlamento delle Isole Canarie che lo ha premiato come ambasciatore dello sport.

Queste le sue dichiarazioni in merito al proprio futuro, rilasciare a Tv Canaria:

Sono molto orgoglioso di rappresentare la mia terra, è un privilegio. Quando vengo qui noto l’affetto e la speranza che le persone hanno nei miei confronti. Non sai mai cosa accadrà nella vita. È vero che ho una situazione familiare difficile con i miei figli a Barcellona e io in un altro paese. Al momento ho un anno in più di contratto con la Lazio. Vedremo cosa accadrà in futuro”

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW