Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | Lotito: “Con il calcio abbattiamo la discriminazione”

Published

on

 


Immobile è stato protagonista anche con il fischietto: un cartellino severo, due volte al Var, tanti selfie e autografi con tifosi e calciatori. La partita “Fratelli tutti” di ieri a Formello tra la Squadra del Papa e la World Rom Organization è terminata 7-7 dopo due tempi da 30 minuti e ad aiutare Ciro nella direzione ci sono stati il cugino Carlo e il cognato Luca. Ha strappato molti sorrisi, specialmente quando ha deciso di riguardare un paio di azioni al Var, grazie al quale ha convalidato le reti, e quando nel primo tempo ha ammonito il dirigente della squadra vaticana che aveva chiesto il time-out: “Ma che è, basket?”. In panchina c’erano Edy Reja e Maurizio Sarri. Presente anche il Presidente Lotito, che aveva fatto gli onori di casa prima del match: “La convivenza civile e pacifica avviene attraverso l’integrazione. Abbiamo accolto con entusiasmo questa attività che è funzionale a educare i giovani al rispetto della dignità umana e ai valori dello sport. L’obiettivo è di dare a tutti l’opportunità di esprimere le proprie possibilità. Alcuni giovani non vengono messi in condizione di potersi esprimere a causa di pregiudizi e stereotipi discriminatori che dobbiamo abbattere anche attraverso il calcio, uno sport seguito da milioni di persone.” Il cardinale Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha ringraziato la Lazio per la disponibilità: “Il calcio è uno dei grandi linguaggi universali, tutti lo comprendono e lo praticano. Papa Francesco ha ricevuto questo invito dalla più grande organizzazione mondiale dei Rom dedicata alla lotta contro la discriminazione, il razzismo e la povertà. Il compito più difficile è stato costruire una squadra vaticana di calcio e adesso vederla in azione contro quella dei Rom. Non si gioca contro, ma insieme. Non avendo nessuna struttura per prepararci in Vaticano abbiamo avuto un grandissimo aiuto dal presidente Lotito che ha messo a nostra disposizione lo stadio, l’arbitro e un allenatore.” 

Lo riporta il Corriere dello Sport. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CorSera | Romagnoli e Casale, la coppia italiana che ha blindato la Lazio

Published

on

 


Sei volte di fila schierati dall’inizio e porta inviolata in 4 gare.

Grazie al lavoro di mister Sarri, la Lazio ha incassato 11 gol in 15 gare di campionato. Ma ci sono ancora margini di miglioramento. Dal 16 ottobre scorso contro l’Udinese, il tecnico ha schierato RomagnoliCasale e in campionato non li ha più cambiati; la coppia difensiva ha mantenuto la media di 2 partite su 3 senza subire reti.

Fraioli – Proietto

Con sole 6 apparizioni in coppia, l’affinità non può che migliorare: avendo d’altronde solo 24 anni uno (Casale) e 27 l’altro (Romagnoli), potrebbero formare la difesa centrale per le prossime stagioni. La Lazio non è abituata ad avere a lungo termine una coppia di italiani a proteggere la propria porta, gli ultimi a giocare con continuità erano stati Biava e Stendardo.

foto Fraioli

Come riportato dal Corriere della Sera

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW