Connect with us

Europa League

EUROPA LEAGUE | L’AVVERSARIO – Tutto quello che c’è da sapere sulla Lokomotiv Mosca

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Non c’è tempo di guardarsi alle spalle, la sconfitta contro la Juventus fa parte del passato e, il presente, dice Europa per la Lazio. Mancano due giornate alla conclusione della fase a gironi di Europa League, due partite che saranno decisive per il passaggio del turno dei biancocelesti. Al comando del Girone E c’è il Galatasaray con 8 punti, seguito dalla Lazio a 5, Marsiglia a 4 e Lokomotiv Mosca a 2. La squadra di Sarri domani sarà impegnata in trasferta contro la Lokomotiv, con l’obiettivo di fare punti per poi giocarsi tutto nell’ultima giornata all’Olimpico contro il Galatasaray. In vista del match in programma alle ore 18:45, ecco la situazione in casa Lokomotiv Mosca.

 

LOKOMOTIV MOSCA

La squadra russa, allenata da Markus Gisdol, è stata sorteggiata nel Girone E di Europa League dalla 2° fascia e, dopo aver trovato la Lazio nella prima urna, sono arrivate Marsiglia e Galatasaray rispettivamente dalla terza e quarta fascia. La sfida di domani contro la squadra di mister Sarri sarà la quinta della stagione europea per la Lokomotiv Mosca: il club russo ha disputato quattro gare della fase a gironi di Europa League raccogliendo solo due punti, frutto di due pareggi (entrambi per 1-1, in casa con il Marsiglia e in trasferta contro il Galatasaray) e due sconfitte (2-0 a Roma contro la Lazio e 0-1 in casa con il Galatasaray). Per la Lokomotiv Mosca è la quarta partecipazione alla fase a gironi di Europa League. Nelle precedenti tre edizioni, 2011/2012, 2015/2016 e 2017/2018, il club russo ha sempre raggiunto la fase ad eliminazione diretta, vincendo il proprio girone nelle ultime due occasioni. Infine, l’anno scorso, la Lokomotiv Mosca partecipò, per la terza stagione consecutiva, alla fase a gironi di Champions League, concludendo il proprio girone all’ultimo posto con appena tre punti. Al di sopra, in ordine, Bayern Monaco, Atletico Madrid e Salisburgo.

Nell’ultimo fine settimana di campionato invece, la squadra di Mosca è uscita sconfitta dalla sfida casalinga contro l’Akhmat Grozny per 1-2. Stop che ferma il club russo al quarto posto in classifica a quota 25 punti dopo 15 giornate (6 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte), a -8 dallo Zenit capolista. Nella passata stagione la Lokomotiv Mosca ha chiuso il campionato russo al terzo posto con 56 punti, uno in meno dello Spartak Mosca secondo e nove in meno dallo Zenit campione di Russia, conquistando la qualificazione diretta alla fase a gironi di Europa League. Inoltre, sempre nella stagione 2020/2021, la squadra di Mosca ha conquistato la Coppa di Russia, la nona della sua storia, vincendo per 3-1 in finale contro il Krylya Sovetov Samara.

 

FORMAZIONE

Rispetto alla sconfitta in campionato di sabato, Markus Gisdol, subentrato a Marko Nikolić lo scorso 10 ottobre sulla panchina della Lokomotiv Mosca, potrebbe cambiare diversi uomini in vista della sfida contro la squadra biancoceleste, viste anche alcune defezioni come Tino Anjorin, Anton Mirančuk e il portiere, nonché Capitano Guilherme out per infortunio. In porta ci sarà il secondo portiere Savin, nella linea difensiva a quattro potrebbe tornare tra i titolari l’ex Roma Tin Jedvaj, con Barinov ad agire come centrali e la coppia ZhivoglyadovRybchinskiy come terzini. A centrocampo, con l’assenza di Zhemaletdinov, potrebbero completare il reparto Nenakhov, Maradishvili, Beka Beka e Kulikov. In attacco Smolov, Lisakovich e Kamano si contendono le due maglie da titolari.

LOKOMOTIV MOSCA (4-4-2): Savin; Zhivoglyadov, Barinov, Jedvaj, Rybchinskiy; Nenakhov, Maradishvili, Beka Beka, Kulikov; Smolov, Lisakovich.

 

LA STELLA

La Lokomotiv Mosca è ricca di giovani di talento, ma anche di calciatori con esperienza. Tra i più esperti c’è il portiere titolare Guilherme, che sarà però assente nella sfida contro la Lazio. Dal 2007 nel club russo, il portiere classe 1985 è diventato anche, dal 2013, il Capitano della Lokomotiv Mosca. La squadra di Mosca, come successo all’andata, sarà costretta a fare a meno anche di Anton Miranchuk, centrocampista offensivo out per infortunio. Il classe ’95, nella passata stagione, è stato il miglior marcatore della Lokomotiv in Champions League. Su tutti, la Lazio dovrà fare attenzione a Fedor Smolov, attaccante d’esperienza nato nel 1991, partito fortissimo in questa stagione: in campionato ha già siglato ben 7 reti dopo 12 gare disputate. L’attaccante russo, inoltre, è stato premiato per tre volte come miglior giocatore della Premier Liga russa ed ha conquistato per due volte il titolo di miglior marcatore. Un altro assente di spessore per la Lokomotiv Mosca in vista della sfida di domani contro i biancocelesti è Rifat Zhemaletdinov, trequartista russo tutt’altro che da sottovalutare. Cresciuto nelle giovanili della Lokomotiv, il classe 1996 è un vero e proprio jolly per il reparto offensivo e, nel campionato russo iniziato da 15 giornate, ha già collezionato 5 reti e 6 assist in 13 presenze.

 

PRECEDENTI

Nelle competizioni Uefa per club, la sfida di domani tra Lokomotiv Mosca e Lazio, sarà il quarto confronto tra queste due squadre. I tre precedenti sorridono ai biancocelesti, con una vittoria per la Lazio e due pareggi. I primi due confronti sono datati aprile 1999: nella Coppa delle Coppe 1998/1999, Lazio-Lokomotiv Mosca era una delle Semifinali. La gara d’andata, giocata in Russia, si è conclusa con il risultato di 1-1, con Alen Bokšić che, al 77°, ha pareggiato il vantaggio dei padroni di casa. Nella gara di ritorno, allo Stadio Olimpico di Roma, è arrivato un altro pareggio, uno 0-0 che permette ai biancocelesti di passare il turno e volare in Finale. In quel di Birmingham poi, contro il Maiorca, la Lazio si aggiudicò il trofeo, diventando l’ultima squadra a vincere la Coppa delle Coppe. Infine, l’ultimo precedente, risale a questa stagione di Europa League, nella 2° giornata della fase a gironi: all’Olimpico di Roma, la Lazio conquista i primi tre punti grazie al 2-0 firmato Toma Bašić e Patric, che decidono la gara di andata.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Europa League

Europa League, l’Eintracht trionfa sui Rangers dopo i calci di rigore

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Questa sera con la finale giocata tra l‘Eintracht Francoforte e i Rangers si è ufficialmente conclusa l’Europa League 2021-2022. La partita, che si è giocata a Siviglia, ha visto Kostic e compagni trionfare ai calci di rigore. Il match, che nei 120 minuti è terminato 1-1 con i gol di Aribo per gli scozzesi e di Borrè per i tedeschi, è stato pressoché equilibrato con i Rangers che hanno sfiorato la vittoria nei minuti finali in più di un’occasione. Un traguardo che sarebbe stato anche meritato, dato il percorso fatto, ma che è sfumato definitivamente ai calci di rigore.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW