Connect with us

CalcioMercato

Lazio: una rivoluzione targata Lotito & Sarri

scud85@libero.it'

Published

on

 


Il Patron Claudio Lotito ha voluto esaudire tutte le richieste di mercato fatte dal suo allenatore Maurizio Sarri. Una vera e propria rivoluzione in casa biancoceleste. Nata già lo scorso anno quando furono acquistati innesti importanti come: Basic, Zaccagni, Pedro, Hysaj. La dirigenza laziale quest’anno ha voluto puntare su giocatori giovani e di grande prospettiva, ringiovanendo così una delle rose più “anziane” della Serie A. Si è appena concluso un luglio scoppiettante, pieno di colpi; sette gli acquisti arrivati alla corte del Comandante: Cancellieri, Marcos Antonio, Casale, Gila, Romagnoli, Maximiano e Vecino. Nelle prossime ore si formalizzerà il passaggio di Meret dal Napoli allo Spezia, che darà il via libera al trasferimento di Ivan Provedel alla Lazio, un’operazione di fatto già definita da tempo. Allo Spezia dovrebbero andare 2,5 milioni. Con questo ulteriore acquisto, il conto di mercato della Lazio salirebbe a circa 50 milioni di euro spesi. Qualora Luis Alberto, (come da sua richiesta) venisse ceduto al Siviglia, c’è un patto d’acciaio tra il presidente dell’ Hellas Verona Setti e Lotito che porterebbe Ilic alla Lazio. Da qui alla fine del mercato i tifosi e Sarri sognano la ciliegina sulla torta che potrebbe arrivare qualora qualche esubero pesante (Acerbi, Hysaj, Akpa Akpro) salutasse la Capitale. Rimangono da coprire due ruoli, il primo è il terzino sinistro di piede mancino; il sogno rimane quello di Emerson Palmieri. Il secondo è quello del vice Immobile per il quale il nome più gettonato rimane quello dello svincolato Mertens.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Fabrizio Corsi, il patron dell’Empoli: “Parisi alla Lazio?  A gennaio non se ne parla. Su Vicario…”

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, è intervenuto a Radio Incontro Olympia. Tema centrale è stato l’asse Empoli-Lazio in ambito calciomercato. Queste le sue parole:

“Ascolto domande di mercato intorno ai giocatori dell’Empoli che, oltre a farmi arrabbiare ed a rompermi le scatole, non voglio nemmeno prendere in considerazione perché il mio compito da presidente è proteggere i miei ragazzi ed in generale tutto l’ambiente Empoli che per me è un patrimonio da salvaguardare. Parisi alla Lazio? È una di queste… A gennaio non se ne parla, proprio per il motivo appena spiegato. Vicario? È meritatamente il terzo portiere della nazionale, per noi e per lui la convocazione rappresenta il riconoscimento e l’apprezzamento migliore. Con la Lazio c’era stato un contatto, una telefonata, dopo la quale mi aspettavo un affondo successivo che però non è mai avvenuto perché hanno virato su Maximiano e Provedel che noi conosciamo bene, veramente un ottimo portiere anche lui giustamente chiamato da Mancini.

 

Sarri? Un’icona del calcio italiano. Continua ad essere quel maestro di campo transitato qui in Toscana, Lotito ha scelto il meglio, mentre altri hanno optato per tecnici che anziché il campo stesso preferiscono allenare stampa e tifosi…”.

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW