Connect with us

Per Lei Combattiamo

Leggo | Tifosi biancocelesti, trasferta vietata e offese dal Marsiglia. Lotito duro: «Inaccettabile»

Published

on

 


 

Doveva essere una semplice partita di Europa League alla fine Marsiglia-Lazio si è trasformato in un caso diplomatico. Che la trasferta fosse vietata ai tifosi ospiti, così come avvenuto nella gara che si è giocata all’Olimpico, lo si sapeva da settimane ma a far discutere è stata la nota del ministero degli Interni francese che ha vietato la trasferta ai laziali a causa del comportamento violento di certi gruppi di tifosi che regolarmente creano problemi nei centri cittadini e nei dintorni degli stadi dove si gioca. Il Ministro degli Interni Gerald Darmanin poi cita l’abitudine di alcuni supporter biancocelesti di intonare canti fascisti e di fare il saluto nazista. Accuse pesanti e poco gradite alla Lazio che ha preso posizione contro quella che ritiene essere una inaccettabile offesa gratuita a tutta la tifoseria biancoceleste e alla società stessa, che ha sempre combattuto con azioni concrete i comportamenti violenti ed ogni tipo di discriminazione, dentro e fuori gli stadi, si legge nella nota del club di Lotito. La Lazio sottolinea inoltre che ha sempre posto in essere iniziative tese a promuovere i principi valoriali dello sport ricordando come peraltro la violenza negli stadi è un fenomeno purtroppo ancora diffuso e preoccupante, a partire da quanto è accaduto recentemente proprio al Velodrome di Marsiglia. Una presa di posizione quella francese, poco gradita ai tifosi della Lazio ma anche alla stessa Uefa anche perché nell’ultima trasferta dei laziali a Marsiglia del 2018, furono proprio i tifosi francesi a mettere in atto una vera e propria caccia al laziale con diversi scontri ed aggressioni proprio contro i sostenitori biancocelesti. Ieri sera Fratelli d’Italia tramite il presidente Giorgia Meloni ha chiesto l’intervento del Governo e del Premier Draghi parlando di pericoloso precedente. Leggo\Enrico Sarzanini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW