Connect with us

Europa League

PAGELLE – Il Re Sole Ciro Immobile e un maturo Luis Alberto, ingenuità di Acerbi

Published

on

 


Strakosha 6 – Primo tempo tutto all’insegna del duello con Milik: vola su un colpo di testa del polacco che poi lo batte su calcio di rigore per il momentaneo 1-0. Nella ripresa lo salvano il palo e la traversa ma non Payet che trova il 2-2.

Lazzari 6 – Un paio di accelerazioni servite male dai compagni prima di arrendersi per un fastidio muscolare.

Dal 26′ Marusic 5,5 – Stringe verso il centro per poi inseguire Under che gioca molto largo, il turco è vivo il terzino biancoceleste ha faticato a gestirlo lasciandogli troppo spesso il cross.

Luiz Felipe 6 – E’ il migliore della difesa fino al 2-2 che nasce da un suo eccesso di confidenza uscendo palla al piede dall’area per poi perderla avviando il forcing che porta al nuovo pareggio. Peccato perchè era stato praticamente perfetto in ogni scelta.

Acerbi 5 – Ingenua trattenuta su Milik che non sarebbe mai potuto arrivare sul pallone regalando al polacco il rigore dell’1-0, sfortunato in occasione del 2-2 quando con la schiena tiene in gioco il pallone che Payet calcia in porta.

Hysaj 6 – Parte a sinistra per spostarsi dopo mezzora sulla destra ma sempre con Under come avversario che lo segue per il campo. Migliora nella ripresa quando deve gestire Harit.

Luis Alberto 7 – Sta raggiungendo lo spessore che gli chiede l’allenatore a cui aggiunge qualche delizia tecnica. Esce dal campo e si spegne la luce della qualità.

Dal 75′ Akpa Akpro 5 – Siamo alle solite, il suo ingresso coincide col momento di maggiore sofferenza della Lazio. Dà la sensazione di essere un corpo estraneo a questa squadra.

Lucas Leiva 6,5 – Tiene la posizione e guida il pressing della squadra, fa girare il pallone con serenità senza mai correre rischi e argina Payet quando tenta le fortune centralmente.

Dal 52′ Cataldi 6,5 – Ha un impatto nella partita sulla scia delle ultime gare con una qualità degna del miglior regista, inizia a soffrire nei minuti finali quando i compagni si muovono poco.

Basic 6,5 – Poco appariscente ma tanto tanto lavoro oscuro in fase di non possesso fra pressing e aiuto alla difesa. E’ un giocatore che sta crescendo dimostrando

Dal 52′ Milinkovic 6 – Entra male divorandosi il possibile 1-3, alterna grande giocate a leziosismi eccessivi specialmente in un momento della partita in cui serviva la spada e non il fioretto.

Felipe Anderson 6,5 – Non sta in un periodo di forma eccellente ma è puntuale a ribadire in rete nei minuti di recupero per l’1-1. Ultimo sforzo domenica prima di qualche giorno di meritato riposo.

Dal 75′ Raul Moro 5,5 – Doveva portare via qualche pallone per far respirare la squadra e invece si fa superare troppo facilmente da Under nel finale.

Immobile 7,5 – Una prestazione maiuscola impreziosita da un gol che lo rende il giocatore della storia con più gol in maglia biancoceleste. In tutto ciò è reduca da una influenza intestinale e un fastidio al ginocchio. Chapeau.

Pedro 7 – Più invecchia e più migliora, prestazione tecnicamente ineccepibile escluso un tiro a metà ripresa quando poteva premiare Immobile. La sua qualità è ossigeno puro per i compagni in questo momento.

All. Sarri 6,5 – Grande impatto iniziale per poi gestire le energie, va vicino al colpaccio ma alla fine è un pareggio che può andare bene. La squadra sta crescendo come chiede, ora l’ultimo sforzo contro la Salernitana.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW