Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Bologna, il doppio ex Mudingayi: “Coppa Italia obbiettivo importante per i biancocelesti. Ecco cosa manca alla squadra di Sarri”

Published

on

 


Archiviata la vittoria ottenuta in trasferta contro il Sassuolo per 2-0, la Lazio si appresta ad affrontare il Bologna in Coppa Italia. La gara, valida per gli ottavi di finale del torneo, è in programma giovedì 19 gennaio alle ore 18:00 allo Stadio Olimpico. In occasione della sfida tra le due squadre, ai microfoni di LazioPress.it è intervenuto in esclusiva il doppio ex Gaby Mudingayi.

Inizia il cammino della Lazio in Coppa Italia, cosa ti aspetti dalla partita contro il Bologna?

“La Lazio deve fin da subito iniziare con il piede giusto in questa competizione. Contro il Bologna non sarà semplice, ma l’approccio non deve essere sbagliato. Sicuramente la squadra, dopo i recenti risultati, avrà voglia di onorare e fare bene anche in Coppa Italia, una competizione che a mio avviso è assolutamente alla portata dei biancocelesti.”

La Lazio sta vivendo un momento di alti e bassi, come giudichi la ripartenza nel 2023 della squadra di Sarri?

“È vero, i biancocelesti stanno vivendo un momento un pò così. Alternano cose buone con altre meno buone, vedi l’ultima vittoria con il Sassuolo e la sconfitta rimediata con il Lecce o il pareggio contro l’Empoli. Tuttavia, la Lazio è una squadra solida, guidata da un allenatore con un’idea di calcio ben precisa. Sono sicuro che possa riprendersi e continuare il proprio cammino su tutti i fronti.”

Cosa manca alla Lazio per trovare maggiore continuità ed essere una grande squadra?

“La squadra ha bisogno di trovare quella continuità che possa permetterle di fare risultati importanti, utili a raggiungere gli obbiettivi prefissati e a stare al passo con le altre. A mio avviso, alla Lazio manca quella profondità di rosa che invece viene garantita nel resto delle pretendenti. Per poter competere contro le grandi, c’è bisogno di investire su una panchina più ampia e su una maggiore disponibilità di giocatori.”

La Coppa Italia può essere un reale obbiettivo stagionale per i biancocelesti?

“Certamente. Credo che questa competizione possa rappresentare un obbiettivo importante per la Lazio. Negli anni ha dimostrato di saper arrivare fino in fondo in questo torneo, portandosi a casa il trofeo in diverse occasioni. La squadra di Sarri deve assolutamente puntarci.”

Questa Lazio riuscirà ad arrivare in Champions?

“Credo sia molto dura per la Lazio terminare la stagione tra le prime quattro. Le pretendenti sono tante e, come detto prima, sono più attrezzate. Dispongono di una rosa più profonda rispetto a quella biancoceleste e questo risulta essere un grande vantaggio per la corsa Champions.”

Tra poco chiuderà il mercato, cosa faresti se fossi in Lotito?

“Io interverrei di più sul rinforzare la panchina piuttosto che inserire altri titolari. L’11 iniziale della Lazio è molto forte, c’è solo bisogno di integrare all’interno della rosa giocatori di qualità che possano risultare utili a gara in corso o a far rifiatare chi gioca quasi sempre. Penso si debba incrementare questo fattore della squadra, solamente con una panchina importante si può ambire a raggiungere determinati obbiettivi.”

Lazio-Bologna è inevitabilmente una sfida legata alla memoria di Sinisa Mihajlovic. Tu che ricordi hai di lui?

“Ho un bellissimo ricordo di Sinisa. Un calciatore, un allenatore, ma sopratutto un uomo vero con un carattere e una personalità unica. Sul campo, alla guida delle diverse squadre che ha allenato, ma anche da giocatore, la sua idea di calcio era ben definita.” 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste; il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine campionato.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW