Nel giorno del compleanno di Igor Tudor la Lazio continua a lavorare a Formello in preparazione della sfida che venerdì la vedrà impegnata a Marassi contro il Genoa di Alberto Gilardino. In una giornata che ha messo nelle condizioni i biancocelesti di recuperare i punti sia sul Napoli che sull'Atalanta, la Lazio ha bisogno di trovare continuità per aggredire la zona europea, soprattutto in vista del calendario che la attende da qui all'ultima di campionato. Non poche le scelte che dovrà fare il tecnico croato, che dopo la gara con la Salernitana aveva speso parole al miele nei confronti di Felipe Anderson, con il calciatore brasiliano che ieri ha reso noto e ufficiale il suo passaggio al Palmeiras.

Le assenze

In vista della sfida di Marassi, Tudor e in attesa di capire quale saranno le condizioni di calciatori come immobile e romagnoli, tenendo conto delle altre assenze che hanno colpito il gruppo biancoceleste, ad esempio con gli infortuni di Zaccagni e Immobile. Sullo sfondo, la speranza di risolvere la grana Guendouzi, con il francese apparso quello con più smalto in una stagione in cui tanti tenori non hanno confermato le aspettative di inizio stagione.

La preparazione della gara

In una trasferta che storicamente vede la Lazio soffrire, basti pensare alle sole quattro vittorie negli ultimi tredici episodi contro i rossoblù, a Formello prosegue la preparazione per capire chi scenderà in campo nel 3-4-2-1 di Tudor. Da capire se Kamada partirà nuovamente dal primo minuto, ed eventualmente chi agirà alle spalle di uno tra immobile e Castellanos.

Genoa-Lazio, il rendimento di Marassi dal 2010
Champions League| Si invertono i verdetti, Psg e Borussia Dortmund accedono alle semifinali
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi