riutilizzabile
riutilizzabile

Intervenuto sulle frequenze di Radiosei, l'ex bomber biancoceleste Bruno Giordano è tornato sul pareggio amaro di Monza, che sembrerebbe aver messo la parola fine su un possibile ritorno di fiamma della Lazio nella corsa al 5° posto. L'amaro in bocca lasciato dopo il gol di Djuric nel finale, non ha fatto altro che aumentare il malumore dei tifosi biancocelesti. Solo pochi istanti prima, avevano visto la loro squadra prendere il comando della partita in un modo abbastanza fortunoso, grazie a un gol di Vecino favorito da un pasticcio difensivo a dir poco clamoroso del Monza. Quei tre punti sembravano destinati a rappresentare un bottino prezioso per la Lazio, rappresentando un piccolo spiraglio per continuare a sognare la Champions League, ma si sono sciolti nel nulla, aggiungendosi alla lunga lista di partite gettate al vento nel corso della stagione. Sotto la guida prima di Sarri e poi di Tudor, la squadra nell'arco della stagione ha spesso mancato di sfruttare le opportunità, e questi punti persi rappresentano solo l'ultimo tassello di una stagione deludente.

Le parole di Giordano:

Passi falsi? Magari fosse solo Monza. Quando capisci che non è giornata e ti arriva quel regalo sui piedi di Vecino, poi andrebbe giocata un’altra partita. Una di quelle sporche, furbe. Il contrario può capitare quando c’è una gara pulita e molto tecnica, ma non era quello il caso. Non sfruttare quel regalo è un delitto. Secondo me è anche una questione di applicazione, non puoi portarti il nemico in casa, perché prima o poi paghi caro. La Lazio è una squadra fin troppo pulita, non ha giocatori che perdono un po’ di tempo con qualche malizia, anche nei momenti decisivi. E’ una caratteristica, fa parte del pacchetto

L'ex leggenda del Leverkusen Vollborn: "I giocatori della Roma provocano. L'anno scorso..."
Il Bayer snobba la Roma e pubblica i prezzi dei biglietti per la finale di EL - FOTO
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi