Depositphotos
Depositphotos

De Vrij e la vecchia agenzia 

L'ex calciatore biancoceleste Stefan De Vrij, ha parlato della causa intentata contro la sua vecchia agenzia (SEG). Quando vestiva ancora la maglia della Lazio, i suoi procuratori hanno guadagnato alle sue spalle sul suo trasferimento all'Inter. Il difensore ha poi vinto la causa con un conguaglio economico di cinque milioni di euro.

De Vrij, Immobile
Depositphotos

 Ecco le sue parole raccolte da Algemeen Dagblad:

 "Io, ad esempio, non volevo lasciare la Lazio a parametro zero perché quel club era stato corretto con me. Mi sarebbe piaciuto firmare il rinnovo e poi partire a un prezzo basso. Secondo la SEG tale proposta sarebbe stata respinta dal club biancoceleste. Allora ho chiamato il direttore della Lazio e mi ha detto: 'La SEG ti sta mentendo Stefan, non vogliono che firmi assolutamente'. Ho iniziato ad avere dei dubbi e ho chiesto di nuovo a SEG. "Stefan, da quanto tempo ti conosciamo, non mentiremmo mai", mi è stato detto. Anche Vos non era contento che chiamassi il ds della Lazio. Certamente non avrei dovuto farlo, disse. Erano lì per questo. Solo dopo ho capito tutto".

"Ho intentato questa causa perché un giocatore deve determinare quale parte della torta regala. Non c'era trasparenza, tutto è stato fatto alle mie spalle. Ho perso di vista l'agenzia, non ho fatto domande per non passare per sospettoso. Sono stato ingenuo. Ma quando ho iniziato a chiamare gli avvocati dopo quella conversazione con Lukaku, è cambiato molto. A Romelu avevo detto 'sono tutti i miei agenti da quando avevo sedici anni'. Lui ha scrollato le spalle e mi ha detto: 'Ma sei sicuro che ti abbiano rappresentato? Non hai un accordo scritto con loro, vero? Scoprilo'".

Buon compleanno De Silvestri, gli auguri della Lazio
Serie A | Vince la Fiorentina all'ultimo con il Cagliari. Alla Lazio serve un punto per l'Europa League
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi