Cala il sipario sulla stagione della Lazio. Oggi l'ultimo atto con il Verona, non c'è nulla in ballo. Come riporta Il Tempo, il pareggio dell'Allianz Stadium ha già consegnato alla squadra di Sarri la certezza di partecipare alla prossima Europa League. Eppure il presidente Lotito non si è detto del tutto soddisfatto dai risultati della sua creatura. La speranza del presidente biancoceleste è che il prossimo anno la squadra torni a lottare per il quarto posto. «Stiamo lavorando alacremente per migliorare gli obiettivi, speriamo di migliorarci il prossimo anno. Molto dipenderà anche dall'aspetto ambientale. Noi non siamo secondi a nessuno sotto nessun punto di vista, soprattutto nella voglia di raggiungere il massimo. Sono 19 anni che sono il presidente, altre società hanno avuto avvicendamenti. C'è un atteggiamento volto alla demolizione, nei nostri confronti non c'è una valutazione obiettiva. Sono talmente disgustato dalla comunicazione che rappresenta cose difformi dalla realtà, si creano condizioni di criticità quando non ci sono. Purtroppo per voi sarò qui finché mi assisterà la salute, poi spero di farmi sostituire da mio figlio». Uno sfogo che ha catalizzato l'attenzione e che ha messo in secondo piano la presentazione del ritiro di Auronzo di Cadore.

Rivivi l'ultima puntata stagionale di FootballCrazy, programma condotto da Elisa Di Iorio e dedicato a Pino Wilson. In studio Giancarlo Oddi e James Wilson
Calciomercato Lazio, Di Marzio: "Operazione Strakosha in chiusura"
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi