La Lazio torna alla vittoria anche in campionato, ma la bella figura la fa il Cagliari nonostante il gol preso a freddo da Pedro all'ottavo minuto e il rosso a Makoumbou che lo lascia in 10 per due terzi di gara.

La Lazio continua a dare un'immagine di sé sbiadita, a parte i tre punti (linfa vitale per la classifica) c'è poco da salvare. Un buon inizio di partita, sufficiente per sbloccare il risultato e conquistare la superiorità numerica, ma niente più. Neanche i cambi svegliano la squadra, si rianima solo un po' nel finale con un paio di occasioni per Castellanos, subentrato a 20 minuti dalla fine.

Se la Lazio combina poco è anche merito del Cagliari che, seppur in dieci, gioca alla pari dei biancocelesti. Dopo l'espulsione di Makombou Ranieri ha ridisegnato la sua squadra passando da un 3-4-1-2 a un 4-4-1. Nei minuti di recupero hanno due occasioni per pareggiare: sulla prima Provedel fa un miracolo su un colpo di testa di Pavoletti, sulla seconda Oristanio manda fuori.

La partita termina con i fischi dell'Olimpico per i biancocelesti e con l'applauso del settore ospiti per il Cagliari.

Gazzetta dello Sport
Lazio-Cagliari, Goldaniga: "Grande rammarico per il risultato. Provedel? L'ho rimproverato perché..."
CdS | Si ferma anche il Mago. L'emergenza ora dilaga
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi