Nicoló Rovella sembra ormai conoscere a memoria gli schemi tattici di Sarri. A piccoli passi si sta prendendo il centrocampo della Lazio, interpretando egregiamente il ruolo del mediano davanti la difesa. Ieri però un brutto spavento: una dolorosa contusione procurata involontariamente da Felipe Anderson in allenamento. Per fortuna dei biancocelesti il classe 2001 è a disposizione ed è pronto a partire dal primo minuto nella sfida con l’Inter che vale la semifinale di Supercoppa italiana. Il match, che prenderà il via tra qualche minuto sotto il cielo di Riyad allo stadio Al-Awwal Park, sarà trasmesso in chiaro su canale 5 e in streaming su Mediaset Infinity.

Proprio ai microfoni di Mediaset è intervenuto nel pre partita il centrocampista italiano, che rassicurato i tifosi sulle proprie condizioni fisiche e ha introdotto la super sfida con i nerazzurri. Queste le sue parole : “Tutto bene, solo una botta nulla di che. Sappiamo che incontriamo una grande squadra, ma anche noi siamo forti. Ora giochiamo la partita e poi vediamo il risultato. In campionato abbiamo fatto una buona prestazione ma non è bastato, dobbiamo dare il 110%, questo ci è mancato. Tutta la squadra dell'Inter è forte, è difficile giocare contro di loro. Ma anche noi abbiamo una grande squadra e vedremo". Di seguito il suo intervento a Lazio Style Channel: "Come sto? Tutto bene, solo una botta nulla di che. Come si gioca questa partita? È una partita secca, è come una finale. Va dato il 110% per riuscire a raggiungere la finale lunedì. Se quella sconfitta in campionato ha insegnato qualcosa? Sicuramente si, vogliamo continuare questo trend così positivo anche in Supercoppa. Siamo qui per giocarci tutte le nostre carte".    
SUPERCOPPA | INTER-LAZIO 3-0 (17' Thuram, 49' Çalhanoğlu (R), 87' Frattesi)
SUPERCOPPA | Inter-Lazio, cambia la formazione di Sarri: un giocatore biancoceleste non ce la fa
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi