É stato raggiunto un accordo tra la Procura Federale e Sandro Tonali. Il calciatore in forza al Newcastle dovrà scontare dieci mesi di squalifica in campo e otto di pene tra cui un piano terapeutico anti-ludopatia e la partecipazione a 16 incontri di testimonianza rigorosamente "in presenza" organizzati dalla stessa FIGC.

Ecco le parole di Gravina, riportate dal Corriere dello Sport, che confermano la squalifica:

"È stato raggiunto l’accordo per il patteggiamento tra la Procura Federale della FIGC e il calciatore Sandro Tonali che, siccome è avvenuto prima del deferimento, mi ha visto coinvolto per avallarlo. La sanzione per Tonali è di 18 mesi: 10 mesi squalifica , 8 mesi prescrizioni alternative come il rispetto del piano terapeutico ed almeno 16 incontri di testimonianza in presenza".

“Dobbiamo fare una scelta se pensare soltanto a punire o occuparci di alcuni aspetti sociali importanti. Perché si continua a parlare di calcio scommesse, queste sono scommesse e non c’è stata alcuna alterazione del risultato”.

"Non può essere ghettizzato come cartina di tornasole, certo che si può criticare e bisogna essere onesti. Si parla di mancate riforme, ma l’unica riforma proposta in questi anni con 3-4 ipotesi. C’è una clausola che impone l’intesa fra le componenti e sono proprio quelli che invocano le riforme che poi le bloccano”.

Bologna-Lazio, al via la vendita dei tagliandi: le informazioni
Italia sempre al 9° posto nel Ranking: classifica aggiornata
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi