Alla vigilia di Lazio-Fiorentina, sfida dell’Olimpico che andrà in scena domani alle ore 20:45,  l’allenatore dei Viola Vincenzo Italiano è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole: Gol da giocatori diversi? “È un bel dato. Ci fa piacere, rispecchia la nostra mentalità, quella di avere sempre pronti tutti i giocatori nel vivo della partita. Ma a parte questi numeri, la cosa che fa piacere è che riusciamo ad avere sempre giocatori con grande applicazione, spirito di squadra. Questo dato ne è la conseguenza. Continuiamo così, sapendo che tutto può essere migliorabile con lavoro”. Si sente la stanchezza degli impegni ravvicinati? “Ormai è una costante. Abbiamo voluto fortemente questo, lavorare in queste condizioni. Come ho detto sempre, l’Europa ti dà tanto e dobbiamo convivere con le preparazioni in pochi giorni, recuperando in fretta le energie e mandando in campo chi può fare le prestazioni. Ci sono complicazioni ma ci dobbiamo convivere. Sia noi che loro veniamo da un turno importante in Europa, cercheremo di dare tutto ciò che abbiamo. Bisogna schierare i primi 11 che hanno grandi possibilità di mettere in difficoltà una squadra forte come la Lazio”. Situazione infortunati, c’è qualche recupero? “Recuperiamo Bonaventura e Biraghi, si aggregherà Mina al gruppo che da venerdì è rientrato, facendo tre allenamenti intensi, ma deve ancora recuperare essendo stato fuori tanto tempo. Verrà con noi per assaporare il clima partita e stare coi compagni, e si aggiunge alla squadra dando il suo grande contributo anche se non dovesse essere schierato dall’inizio. Perché è un leader, si fa sentire e da questo punto di vista ne abbiamo bisogno”. Kayode invece quando spera di recuperarlo? “Ha subito questa distorsione, nulla di grave ma sono sempre fastidiose. Mi auguro di riaverlo a posto in due settimane, perché sta crescendo ed è importante per noi. Mi dispiace perché era in un momento positivo, ma può capitare. L'importante è che rientri in campo al massimo della forma, poi lo riavremo applicato e concentrato come era prima”. Quanto è importante la sfida? “Ci dispiace non aver ottenuto punti e regalato la vittoria nel derby ai nostri tifosi. Ci tenevamo tantissimo, è stato un passo falso che ci ha dato fastidio. Ma siamo stati bravi a reagire giovedì, questa squadra non si abbatte e fa vedere che è diversa. In campionato però è un’altra storia, affrontiamo una Lazio che ha grande qualità e dobbiamo prepararci bene, sarà una gara molto difficile”. Quali saranno le maggiori insidie della Lazio? “È una squadra forte. È organizzata e forte in tutti i reparti, con giocatori di qualità. È una delle squadre più temibili del campionato, cercheremo di controbattere cercando di farci trovare pronti in entrambe le fasi. Ce la giocheremo come abbiamo sempre fatto contro chiunque, rispettando l’avversario ma mettendo in mostra le nostre qualità”.  

Lazio-Fiorentina, alla ricerca della terza vittoria consecutiva in Serie A: è successo solo tre volte con Sarri in panchina
Lazio-Fiorentina, i convocati viola
  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 

 

Powered by Slyvi